Site image

fb ytube instgm

I campi Flegrei - Le isole di Procida e Ischia
VIAGGIO CONFERMATO
dal 17 luglio al 19 luglio 2020
3 giorni
Orario di ritrovo e partenza

Civitanova Marche: ritrovo - rifornimento Eni / Mc Donald’s 
Ore 04.00 (quattro) orario da riconfermare

Ancona nord (parcheggio Gigolè) / Ancona sud (rotatoria Pittarello) / Porto Recanati (casello autostradale): minimo 6 partecipanti € 10 a persona - orari di partenza da definire

 

programma giornaliero

BUS NAVETTA ANCONA NORD - ANCONA SUD - PORTO RECANATI

 

1° giorno: CIVITANOVA MARCHE - CAMPI FLEGREI

Ritrovo dei partecipanti. Sistemazione in pullman GT e partenza per la Campania. Incontro con la guida e visita ai Campi Flegrei (ingresso facoltativo a pagamento - biglietto unico). Visita a Baia con il Castello Aragonese e le Terme. Proseguimento per Cuma, visita all’Acropoli con l’Antro della Sibilla. Pranzo libero nella zona di Pozzuoli. Nel pomeriggio visita dell’Anfiteatro Flavio di Pozzuoli e del Tempio di Serapide. Nella serata sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Terme di Baia: concordi sono le testimonianze degli antichi sulla varietà e virtù terapeutiche delle Terme di Baia, dovute alle sorgenti termominerali ed ai vapori che scaturivano dal sottosuolo vulcanico. Questa singolare associazione di bellezze naturali e di cure termali e climatiche, concorse a far sorgere a Baia il più grandioso impianto termominerali che si conosca dell’antichità. Ebbero ville a Baia diversi Imperatori romani (Augusto, Nerone, Claudio). Dopo la guerra civile, Baia diventa soprattutto un dominio ed una residenza Imperiale e le antiche Ville private entrano a far parte del demanio dei Cesari. Plinio affermava che in nessun luogo della Terra vi era maggiore copia e varietà di acque quanto nel golfo Baiano: cure balneari confortate dall’aria profumata e balsamica della selva dei mirti che ammantava le pendici delle sue colline.

Castello di Baia e Museo Archeologico: tra le numerose Ville del litorale flegreo, quella di Claudio costituisce uno dei maggiori esempi: questa Villa o Palazzo Imperiale sorgeva su Punta Epitaffio. Attualmente è possibile vedere lo splendido Ninfeo, allestito nel Museo Archeologico di Baia. Questo Ninfeo era costituito da una vasca piena d’acqua disposta al centro del Triclinio, ed ai lati statue della famiglia Imperiale e di Dioniso. In fondo al triclinio sono collocate le statue di Ulisse, nell’atto di porgere una coppa di vino al gigante Polifemo, ed il compagno Baios, con l’otre colma di vino tra le braccia. Sulla vasca galleggiavano portate su piatti d’argento, per deliziare i commensali della sala.

Acropoli di Cuma: Cuma svolse un ruolo importante nel mondo antico. L’Acropoli di Cuma conserva i monumentali podi, sulle due terrazze, del Tempio di Apollo e di Giove. La Sibilla Cumana, l’Antro della Sacerdotessa di Apollo, è il Santuario più venerato dell’antichità. Antro della Sibilla: il monumento tutto scavato nel tufo, affascina ed incute rispetto, per l’atmosfera che lo circonda. Secondo la descrizione di Virgilio, è proprio in questo luogo che si deve ricercare la sede della sacerdotessa di Apollo. Un corridoio lungo 131,50 mt, largo 2,40 mt ed alto 5 mt di forma trapezoidale ed illuminato da 6 aperture laterali, conduce in un ambiente nel quale, secondo Virgilio, Enea incontrò la Sibilla Cumana.

L’Anfiteatro Flavio di Pozzuoli: terzo in Italia per dimensioni, dopo il Colosseo e l’Anfiteatro di Capua, poteva contenere circa 20.000 spettatori. L’interesse dell’Anfiteatro Puteolano è in buona parte dovuto al perfetto stato di conservazione del livello sotterraneo. Al momento dello spettacolo gli animali feroci venivano fatti uscire dalle loro celle ed entrare in gabbia che poi erano sollevate verso l’alto fino all’Arena.

Tempio di Serapide non è un tempio! E’ vero che ha delle colonne romane e che al centro dell’area sembra esserci un piccolo altarino. E’ in realtà un “macellum”, l’antico mercato puteolano all’interno del quale, durante gli scavi, fu trovata una statua del dio Serapide che indusse gli esperti ad una cattiva interpretazione dell’utilizzo della struttura.

 

2° giorno: ISOLA D'ISCHIA

Prima colazione in hotel. Nella mattinata partenza in motonave per Ischia. Incontro con la guida e visita (con pullman locale) di Ischia, la più grande delle isole del Golfo di Napoli. Il giro prevede brevi soste nei punti di maggior interesse turistico e toccherà: Lacco Ameno, Forio, S. Angelo, Fontana (la località più elevata), Casamicciola. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio tempo libero per passeggiate, visite ed acquisti. Rientro in traghetto. Cena e pernottamento in hotel.

Giardini La Mortella (visita facoltativa - ingresso a pagamento): nel 1956 Lady Walton chiamò il famoso architetto paesaggista Russell Page perché disegnasse l’impianto originario del giardino integrandolo fra le pittoresche formazioni rocciose di origine vulcanica. La Mortella è divisa in due parti: un giardino più basso, nella Valle, ed un giardino superiore sulla Collina terrazzato con muri a secco. Si estende per un’area di circa 2 ettari ed ospita una vastissima raccolta di piante esotiche e rare, che viene arricchita di anno in anno; per varietà e ricchezza delle collezioni La Mortella può essere considerata alla stregua di un orto botanico.

 

3° giorno: ISOLA DI PROCIDA - CIVITANOVA MARCHE

Prima colazione in hotel. Nella mattinata imbarco sulla motonave per Procida. Operazioni di sbarco e visita con guida dell’isola con i microtaxi (posti 6-7). Visita esterna alle antiche ville di caccia (essendo, già nel 1735, l'isola divenuta riserva di caccia reale, numerose furono le antiche aree di cacciagione di Monte di Procida e del lago Fusaro). Sosta sul belvedere per ammirare il golfo di Napoli, i Campi Flegrei e la Penisola Sorrentina. Visita del centro storico di Terra Murata, antica cittadella medievale arroccata su un costone tufaceo all’altezza di circa 90 metri sul mare. Strade, viottoli caratteristici, abitazioni, denotano la vita che un tempo ivi si svolgeva. Visita dell’Abbazia di San Michele Arcangelo. Sosta al Porto La Corricella, borgo marinaro più antico di Procida, dove è stato girato il film "Il Postino" con Massimo Troisi. Pranzo libero. Tempo a disposizione per passeggiate ed acquisti. Nel pomeriggio partenza in motonave per Napoli o Pozzuoli. Sbarco e partenza per il rientro in pullman. Arrivo previsto a Civitanova Marche nella tarda serata.

Viaggio in Bus granturismo
Quota di partecipazione
€ 410

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

- Quota di partecipazione € 410
- Quota iscrizione € 10
- Supplemento camera singola € 50

LA QUOTA COMPRENDE

viaggio in pullman Gran Turismo - sistemazione in hotel di categoria 3* / 4* -  pasti come da programma (2 cene + 1 pranzo ad Ischia) - bevande ai pasti incluse - servizio guida a Procida, Ischia e Campi Flegrei - passaggio marittimo per Procida ed Ischia - noleggio pullmini locali ad Ischia e Procida - assicurazione  medica e bagaglio – assicurazione annullamento viaggio - nostro accompagnatore.

LA QUOTA NON COMPRENDE

le entrate durante le visite - gli extra in genere e tutto quanto non espressamente indicato nel programma. Eventuale tassa di soggiorno, se richiesta, da pagare in loco.

DOCUMENTI

carta d'identità valida 

IMPORTANTE

Partecipanti: la disposizione delle persone verrà fatta secondo le linee guida del Ministero Infrastrutture e Tasporti: verrano occupati tutti i posti lato finestrino e solo nel caso in cui due persone siano conviventi potranno occupare due sedili adiacenti; quindi il numero massimo di persone su una stessa fila sarà di tre persone. Nel caso in cui le persone conviventi siano quattro, possono occupare l’intera fila, quindi 4 posti.
Mascherina obbligatoria a bordo dell’autobus.

POTREBBERO INTERESSARTI
12
lug
87 €
1 GIORNO
VIAGGIO CONFERMATO
VAI ALLA
SCHEDA VIAGGIO
DAL
18
lug
AL
19
lug
265 €
2 GIORNI
VIAGGIO CONFERMATO
VAI ALLA
SCHEDA VIAGGIO
HTML 5 Valid CSS Pagina caricata in: 0.108 secondi - Powered by Simplit CMS